edizioni workshop19                                                                         scegliete la vostra lingua »

 

LABORATORIO TUNISINO DI CREAZIONE

Attualità
Martedì Dicembre 11, 2018

25
Ago 2013
PDF
Stampa
E-mail
Scritto da W19

“Noi dovremmo leggere solo libri che ci provocano e ci scuotono. Se i libri che leggiamo non ci danno un bel pugno in faccia per svegliarci, perché leggerli? Forse perché ci rendono felici? Dio mio, noi potremmo essere felici anche senza libri, oppure potremmo scrivere noi stessi dei libri che ci rendano felici. Ma ciò di cui abbiamo bisogno, sono quei libri che ci colpiscono come una sventura, come la morte di chi ci è più caro di noi stessi, che ci fanno sentire come se fossimo stati banditi in boschi reconditi, lontani da ogni presenza umana, come suicidi. Un libro dev’essere l’ascia che spezza la banchisa in fondo a noi stessi. Questo è ciò che penso.”

Lettera di Kafka al suo amico Oskar Pollak nel 1904, citata da Alberto Manguel in Una storia della lettura, Feltrinelli

 

Con la pubblicazione del primo libro in arabo, workshop19 inizia il secondo capitolo della sua giovane storia. Dopo alcuni mesi di ricerche, letture e scambi, abbiamo scelto di cominciare la nostra attività di editori arabofoni pubblicando una raccolta di dieci racconti brevi di Farouk Ferchichi, giovane ingegnere e blogger, la cui scrittura in arabo classico è arricchita dai dialoghi in tunisino dei suoi personaggi.

Questa raccolta, intitolata “Khorouj an el khatt” (Oltrepassare la linea), potrebbe segnare l’inizio di una nuova epoca della letteratura tunisina in lingua araba: l’epoca post-dittatura, che tuttavia non è ancora democrazia. In una società in ebollizione, che cerca il suo percorso, la letteratura scritta ha il suo ruolo da giocare.

Intanto il ruolo di specchio, rimandando alla società un’immagine di sé stessa che porta i lettori ad interrogarsi e a riflettere partendo dalla sorpresa, dal divertimento, dallo stupore, dallo “shock” suscitati dalla lettura.

Inoltre il ruolo di “tour operator”, accompagnando il lettore in un viaggio dalle tappe inattese, impreviste, durante le quali lui o lei scoprirà sé stesso o sé stessa a partire da un fatto, da una descrizione, da una peripezia, da un personaggio, insomma da un dettaglio della trama nato dall’immaginazione dell’autore.

Ancora, il ruolo di moltiplicatore di vite. Leggendo le avventure di personaggi immaginari, ci si può identificare in essi, mettersi al loro posto, insomma … ipotizzare di cambiare vita.

Infine, il ruolo di catalizzatore. Tutti gli scrittori sono inizialmente dei lettori. E’ innanzitutto leggendo che si sente la voglia di scrivere. Noi speriamo dunque che nuovi autori e nuove autrici appariranno tra i lettori e le lettrici che saranno stati “provocati e scossi” dalla lettura delle storie di Farouk Ferchichi. Noi siamo a loro disposizione.
FG/RBF, 16/8/2013

Tradotto da Marilena Ingui

Mots-clé:Farouk Ferchichi  Littérature arabe  Tunisie  

Share
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

 

 

 

calendrier W19

December 2018
S M T W T F S
25 26 27 28 29 30 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 1 2 3 4 5

Recevez nos actualités

Statistics

Utenti : 4
Contenuti : 84
Link web : 6
Tot. visite contenuti : 1833107

défaut de fabrication

pile livres